Riforma CdS, c'è chi dice sì

Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo.

Convincono l’inasprimento delle sanzioni per chi utilizza dispositivi tecnologici alla guida (89 per cento), l’aumento del limite di velocità sulle autostrade a tre corsie fino a 150 km/h (82), i parcheggi 'rosa' per le donne in gravidanza (80 per cento i favorevoli ma si segnala un 14 per cento di contrari perché i soliti 'furbi' ne approfitterebbero come avviene per altri parcheggi riservati), la regolamentazione dell'utilizzo di strumenti di micro-mobilità come monopattini e skateboard (55 per cento).

Perplessità, invece, emergono rispetto al divieto di fumare in auto (ha detto sì il 61 per cento del campione ma sale a 30 la quota di chi non vuole rinunciare alle proprie abitudini), e alla possibilità di far circolare le bici contromano nei centri abitati, dove il limite di velocità è di 30 all'ora (per oltre la metà dei detrattori, infatti, i ciclisti devono rispettare le regole del codice della strada come gli automobilisti, mentre per il 29 per cento il rischio è comunque troppo alto).

  • Ricambi contraffatti distrutti a Trieste
    17 aprile 2019 - Nei giorni scorsi, presso il Punto Franco del Porto di Trieste, sono stati distrutti 2.488 pezzi di ricambio Hyundai e Kia dichiarati in modo illegittimo per l'importazione da un rivenditore generico di autoricambi, non accompagnate dalla prevista autorizzazione e destinate alla Slovenia. La merce, sottoposta a controllo da parte dei funzionari del servizio...

  • Riforma CdS, c'è chi dice sì
    15 aprile 2019 - Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo...

  • Gomme: dal 15 aprile addio alle invernali
    12 aprile 219 - Dal 15 aprile nella maggior parte delle strade italiane cessa l'obbligo di circolare con pneumatici invernali o in alternativa di viaggiare con catene a bordo. Per chi lo scorso autunno ha montato coperture studiate per affrontare al meglio la brutta stagione, la neve e il ghiaccio, quelle con il marchio M+S (con o senza pittogramma alpino), arriva...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK