Marco Vanoni, neo consigliere:
"Doc sta percorrendo una strada nuova"

"AsConAuto è stata ed è un'idea geniale". Con queste parole Marco Vanoni, service manager della concessionaria Volkswagen 'Lombarda Motori' di Monza e da pochi mesi consigliere Doc, suggella il suo ingresso in un consorzio tra i più rappresentativi dell'associazione: per storicità, dimensioni e una spiccata vocazione a fare da apripista.

Lo ha percepito anche lei?
La direzione presa quest’anno da Doc mi piace particolarmente. Abbiamo sempre investito sui clienti con premi che finivano con l'andare a poche persone. Oggi stiamo investendo sui magazzinieri e sui responsabili di magazzino, su chi fa lavoro di campo. La vera rivoluzione è questa. Siamo l’unico consorzio all'interno di AsConAuto che sta percorrendo una strada nuova. Qualcuno ci deve provare.

Anche la sua autocandidatura a consigliere Doc è un esperimento?
Più che autocandidarmi sono stato sponsorizzato da Lorenzo Cogliati, che è un mio caro amico e mi ha detto “abbiamo bisogno di te in consiglio”. Io sono arrivato da poco, è un impegno gravoso che mira a cambiare molte cose...

"Togliere l’ossigeno al ricambista, cioè non vendergli ricambi", è il suggerimento del neo consigliere Asperti. “Andare personalmente sul campo, tra i clienti”, quello del neo consigliere Negri. Il suo apporto al consorzio quale sarà?
Io sinceramente non mi sento ancora di dire che ho una missione. Sto prendendo le misure.
Smettere di vendere ai ricambisti? Sono d’accordo. Ma nessuno è santo. Tutti noi quando dobbiamo chiudere un obiettivo a fine mese se dobbiamo vendere l’anima al diavolo la vendiamo. È vero che c’è chi lo fa in modo sistematico e chi in modo estemporaneo.
Uscire tra i clienti come suggerisce Negri? Io non ne avrei il tempo. È vero che il titolare è il titolare, ma a volte escono i responsabili di magazzino. L’importante è mandare sul campo persone che hanno un ruolo in concessionaria, pensare di essere più presenti, almeno sui clienti importanti o su quelli che lo potrebbero diventare.

Non dovrebbe essere il lavoro dei promoter?
I promoter stanno facendo un gran lavoro, ma non possono dedicarsi totalmente alla promozione della vendita dei ricambi. La coperta è corta.

Da pochi mesi consigliere Doc, da poco più di un anno e mezzo service manager in Lombarda Motori. Anni di grandi cambiamenti...
Lavoravo in Volkswagen Italia. Lombarda Motori mi ha fatto una proposta ambiziosa e sfidante: le multinazionali hanno tempi di crescita molto lunghi, in Lombarda Motori sono entrato subito come manager. Un traguardo importante che mi permette di esprimermi al meglio.

Lombarda Motori come sta? Gli anni bui sono definitivamente alle spalle?
La crisi non ha lasciato insensibile nessuno, è stata una crisi dell’auto, dell’Italia e del mondo. Lombarda Motori ha una proprietà solida e sta vivendo una forte crescita: dovuta non alla fortuna o a una congiuntura di mercato favorevole, ma a un profondo rinnovamento del management. Stiamo crescendo su tutti i fronti: nella vendita e nel service, settore questo che conta settanta persone dedicate.

Cosa apprezza della formula AsConAuto (e quindi di Doc)?
Grazie alla mia precedente occupazione conoscevo già AsConAuto, occupandomi di service in Volkswagen Italia. AsConAuto è stata un’idea geniale e lo è ancora a tutti gli effetti. Il suo mestiere lo fa molto bene. In un consorzio ricambi, che ha come fulcro un servizio logistico consortile, ho trovato competenze più alte di quanto mi sarei aspettato.
Si sta creando un mondo intorno, sempre più ampio.
Come Lombarda Motori siamo soci di Doc ma anche di Miro (e abbiamo una piccola collaborazione con Ucav in quanto fornitori di una carrozzeria cliente). Molti consorzi in un'unica area territoriale portano sicuramente ricchezza di idee e visioni anche se, a mio avviso, un consolidamento sarebbe auspicabile.

  • Superammortamento auto da prorogare
    22 novembre 2017 - Il disegno di legge di Bilancio 2018 prevede la proroga dell’agevolazione relativa agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, escludendo però le autovetture. A tal riguardo, il settore automotive, che rappresenta l’11 per cento del Pil italiano e che garantisce occupazione per oltre 1,2 milioni di addetti...

  • Uomini al volante pericolo costante
    20 novembre 2017 - Musica per le orecchie delle signore al volante, da sempre considerate "un pericolo costante" o "parlante" che dir si voglia. A smontare il luogo comune è una ricerca del norvegese Institute of Transport Economics, pubblicata su Frontiers in Psychology, che ha analizzato come i tratti della personalità influenzino la distrazione...

  • Mercato Europa, ottobre in ripresa
    17 novembre 2017 - Il mercato dell'auto europeo torna a crescere dopo il calo del 2 per cento registrato a settembre: le immatricolazioni nel mese di ottobre nei 28 Paesi Ue più Efta, secondo i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei, sono state 1.207.982, il 5,9 per cento in più dello stesso mese del 2016. Nei dieci mesi 2017 sono state vendute...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK