Doc, assemblea soci
tra conferme e new entry

"Quando faccio gli esami del sangue il colore non è né blu né rosso, è arancione Doc!". Scherza fino a un certo punto Giorgio Boiani, presidente in carica da quando il consorzio è nato, riconfermato alla guida per un altro triennio ieri, durante l'assemblea soci che si è tenuta nella sede di Briosco (MB). "Dopo più di dieci anni", ha detto, "è per me motivo di grande orgoglio e soddisfazione aver avuto ancora una volta la fiducia dei soci".

Come in tutte le assemblee che si rispettino si parte dai numeri, anzi, dal numero per eccellenza, ed è un'iniezione rivitalizzante a beneficio dei concessionari, rappresentati per oltre un 70 per cento: il fatturato è cresciuto durante l'ultimo mandato di 15 punti percentuali, da 46.454.828 a 53.610.535 euro. ”A differenza di altri momenti, dove la preoccupazione era palpabile", ha commentato Boiani, "il clima era sereno, disteso; il mercato va un po' meglio e direi che c'è una certa fiducia nel futuro, c'è voglia di pensare positivo".

Altri elementi interessanti estrapolati dalla relazione di apertura sono la compagine soci, oggi in numero di 80 per una copertura totale dei marchi automobilistici, al servizio di 1.300 tra officine e carrozzerie clienti; la percentuale di insoluti che è dello 0,06, segno che il settore della riparazione è in ripresa e fondamentalmente sano; una squadra di 20 autisti e 10 promoter capitanata da Davide Blatti e dal suo braccio destro Simone Garoli. Tutto questo per restare in Doc Ricambi Originali Lecco-Como-Sondrio-Monza e Brianza.

Ma siccome il presidente Doc è anche il vicepresidente nazionale AsConAuto, e da tempo lavora per uscire dalla logica dell'orticello, è arrivato puntuale l'invito a "stare insieme per combattere una concorrenza che non è più 'solo' quella locale e conosciuta dei ricambisti ma è internazionale, globalizzata. Per affrontare le prossime sfide c'è bisogno che i riparatori percepiscano la volontà dei consorzi di offrire servizi complementari alla vendita dei ricambi, e che i concessionari siano più uniti e partecipi".

Va letta in quest'ottica la candidatura, spontanea, di tre nuovi consiglieri Doc, che hanno rilevato Arianna Balgera (in home page il commiato), Fabrizio Baruffi e Stefano Neri. Si tratta di Alberto Negri (titolare della concessionaria Suzuki 'Renzo Negri' di Pescate - LC), Giuseppe Asperti (responsabile service di 'Gruppo Bonaldi', che a dicembre ha acquisito la concessionaria Audi-Volkswagen 'Balgera' di Postalesio - SO), Marco Vanoni (responsabile service della concessionaria Volkswagen 'Lombarda Motori' di Monza). Al loro fianco i riconfermati Boiani, Elio Penati, Lorena Vittani, Luisa Galbusera, Matteo Villa, Marco Peduzzi, Lorenzo Cogliati, Marco Casati. Incontreremo le tre new entry prossimamente su questo sito.

P.S. La sede Doc di Briosco è stata scelta per la presentazione, il 3 maggio prossimo, del contratto collettivo nazionale di lavoro redatto da AscoDealer, "contratto", ha puntualizzato Boiani, "che oggi interessa espressamente i concessionari e un domani potrebbe riguardare anche i riparatori che al service uniscono la vendita".  

  • Renault, Nissan e Mitsubishi: si fa sul serio
    18 settembre 2017 - Non è assolutamente un'alleanza di facciata quella tra Renault, Nissan e Mitsuibishi, anzi, tutt'altro. Le tre case automobilistiche che da qualche tempo hanno annunciato di aver unito le proprie forze, rilanciano la validità della propria collaborazione presentando piani di sviluppo industriale di grande entità e lunga gittata. Proprio in...

  • Car sharing: tra il dire e il fare...
    15 settembre 2017 - Un conto è conoscerlo, un altro usarlo. Stiamo parlando del car sharing, servizio noto a otto italiani su dieci ma utilizzato da due. Risulta da uno studio del Monitor Allianz Global Assistance, condotto in collaborazione con l'istituto di ricerca Nextplora, secondo cui solamente il 34 per cento degli intervistati ritiene che l'auto o lo scooter condivisi...

  • Salone di Francoforte: spazio all’elettrico
    13 settembre 2017 - Sarà inaugurato domani dalla Cancelliera Angela Merkel e chiuderà i battenti il 24 settembre il Salone dell'auto di Francoforte. Una kermesse che quest'anno sarà incentrata in maniera specifica sulle vetture ad alimentazione alternativa, e più in particolare sui veicoli elettrici. I costruttori europei puntano infatti sull'auto green e proprio da...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK