Giorgio Boiani, "La crociera
ha unito l'Italia di AsConAuto"

"Hanno diritto di vincere i premi che mettiamo in palio, ma non danno mai nulla per scontato. Ti fermano per ringraziarti, stanno bene tra loro, stanno bene con noi e noi con loro".
Con la solita sintesi efficace, Giorgio Boiani descrive i 270 autoriparatori che dal 3 al 10 giugno ha accompagnato in Viaggio Premium - la crociera 'I Gioielli del Baltico' - nella veste di vicepresidente nazionale AsConAuto.

Una classe numerosa...
Ma non ero solo. La crociera è stata impreziosita da due autorevoli presidenti di consorzio, Davide Pezzo e Giovanni Rigoldi. E poi c'erano i promoter, che hanno seguito i loro clienti in tutti i meandri della nave e nelle escursioni. Meritano un encomio.
È abbastanza difficoltoso aggregare i riparatori, che possono partecipare a mille attività e visite a terra. L’unico momento in cui riuscivamo a trovarci erano la sera a cena e dopo cena in una sala messa a disposizione da Costa Crociere. Abbiamo fatto il possibile per tenere insieme il gruppo.

La crociera non aiuta ma i clienti si sono comunque 'amalgamati'?
Al punto che speriamo di avere, un giorno, la Costa piena solo di clienti AsConAuto, magari la seconda o la terza generazione. E considerando che può ospitare tremila persone...
C’è stato un inizio di smarrimento, l'ho provato anch'io, perché ti ritrovi in una città galleggiante, piena di cunicoli, di piani, e devi capire com’è fatta. In più, ci siamo presentati all'attracco arrivando con pullman e aerei diversi.
L'atmosfera della crociera, però, ha unito l’Italia di AsConAuto, non c'erano differenze tra i clienti della Sicilia o del Veneto. L'amalgama è stata spontanea.

Le città-scalo meritavano?
Stoccolma è meravigliosa, persino più bella di San Pietroburgo (che è sempre Russia ma non è più la Russia di vent'anni fa). Peccato la pioggia torrenziale a Tallin e a Helsinki.
Gli scali erano tutti organizzati e con più opzioni: il museo, il fiordo, il giro della città...

Fare networking è un imperativo categorico nei viaggi AsConAuto. Ci siete riusciti anche stavolta?
Ci è bastata un'ora per parlare dei progetti in pancia all’associazione:
- Il tracciamento dei colli informatici (siamo alla fase test in Sardegna)
- App Dealer (che diventerà un’applicazione per i riparatori, i quali riceveranno sullo smartphone tutte le informazioni che oggi arrivano via web su computer. Una sorta di intranet per utilizzare i servizi)
- AsConAuto Academy (sono già partiti i corsi per meccatronici)
- La lotta alla contraffazione (stiamo partecipando a diversi tavoli con le forze dell’ordine. Mi hanno avvicinato dei riparatori giustamente risentiti con i 'colleghi' non in regola, che non pagano le tasse, che lavorano nel sottoscala e magari utilizzano pure i ricambi contraffatti).
- AutoAffariStore 2.0 (che partirà da settembre)
- AsConAuto Solidale.

Prossime mete?
Probabilmente saranno più stanziali, più marittime, più rilassanti. Questa è stata una vacanza più culturale.

Fatto il viaggio Super Top, fatto il Viaggio Premium, consegnati i premi 'non viaggio', qual è il bilancio della prima edizione de L'Originale Ti Premia?
Dobbiamo ringraziare Dario Soncina, che ha lavorato su questo progetto per diversi mesi, superando le difficoltà nello stabilire i criteri di assegnazione; ci ha creduto e mi auguro che possa anche lui godere di uno dei 'suoi' viaggi.
E dobbiamo ringraziare i concessionari, che solo ora iniziano a riprendere ossigeno dopo anni di grandissime fatiche, con un mercato che sappiamo in che direzione andava, e non hanno mai bloccato le campagne incentive.

E infatti è già partita la seconda edizione. Crede che i clienti comprino originale in vista dei nuovi premi?
Io sono sempre più convinto che i clienti sono vicini ai loro consorzi e ad AsConAuto perché sentono che rimanere collegati a un circuito ufficiale di concessionari, l’unico network che rappresenta i marchi ufficiali delle Case, rappresenta un vantaggio. Si sta aprendo un ventaglio di opportunità, e i clienti toccano con mano.

P.S. Nel numero di luglio di AsConAuto Informa troverete un inserto fotografico dedicato a 'I Gioielli del Baltico'. 

  • Renault, Nissan e Mitsubishi: si fa sul serio
    18 settembre 2017 - Non è assolutamente un'alleanza di facciata quella tra Renault, Nissan e Mitsuibishi, anzi, tutt'altro. Le tre case automobilistiche che da qualche tempo hanno annunciato di aver unito le proprie forze, rilanciano la validità della propria collaborazione presentando piani di sviluppo industriale di grande entità e lunga gittata. Proprio in...

  • Car sharing: tra il dire e il fare...
    15 settembre 2017 - Un conto è conoscerlo, un altro usarlo. Stiamo parlando del car sharing, servizio noto a otto italiani su dieci ma utilizzato da due. Risulta da uno studio del Monitor Allianz Global Assistance, condotto in collaborazione con l'istituto di ricerca Nextplora, secondo cui solamente il 34 per cento degli intervistati ritiene che l'auto o lo scooter condivisi...

  • Salone di Francoforte: spazio all’elettrico
    13 settembre 2017 - Sarà inaugurato domani dalla Cancelliera Angela Merkel e chiuderà i battenti il 24 settembre il Salone dell'auto di Francoforte. Una kermesse che quest'anno sarà incentrata in maniera specifica sulle vetture ad alimentazione alternativa, e più in particolare sui veicoli elettrici. I costruttori europei puntano infatti sull'auto green e proprio da...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK