Luigi Chiecchi (Chiecchi Motori):
"Innovare sempre, goccia a goccia"

Un passato come carburatorista Weber, poi operatore in un centro elaborazione dati, poi ancora capofficina Ford e finalmente, dal 1994, titolare di 'Chiecchi Motori', officina di autoriparazioni nata a cresciuta a Sondrio città prima di approdare in quella che oggi è la sede definitiva, più ampia e attrezzata, a Montagna in Valtellina (So).
Elettronica, meccanica, trasmissione automatica... Non c'è ramo dell'assistenza in cui Luigi Chiecchi si muova a disagio. Per metterlo in (lieve) imbarazzo bisogna avvicinargli un microfono, come abbiamo fatto a Cervia nel week end a firma Doc che ha visto lavorare fianco a fianco circa 60 tra magazzinieri e responsabili service e una cinquantina di clienti. Tra loro anche l'autoriparatore valtellinese.

La sua è stata una prima volta ‘partecipata’ a un evento Doc?
Un evento di questo genere è la prima volta che lo vedo. È stato molto bello, appagante, appassionante, soprattutto per gli scambi che si sono tenuti tra noi operatori e concessionari e magazzinieri. È stato proficuo.

Quello che conta è stare insieme?
Stare insieme perché serve. Serve a scambiare idee, serve sentire che cosa hanno da dire gli altri e, se possiamo dire la nostra, magari possiamo anche aiutare qualcuno come gli altri ci aiutano.

È stato ascoltato?
Assolutamente sì. E oltre alla piacevolezza dell’incontro, perché trattare di persona è sempre meglio che parlare al telefono, abbiamo rinfrancato, si può dire, delle amicizie che si sono formate negli anni ma sempre e solo telefonicamente.

Chiecchi Motori come sta?
Sta bene. Anni fa abbiamo fatto la scelta di non ampliarci troppo: siamo io, mia moglie Patrizia in amministrazione, e due dipendenti storici, Alex e James, fidati, molto bravi, che ringrazio. Cerchiamo di fare quello che abbiamo sempre fatto con la passione, con il cuore, cercando anche di innovare, goccia a goccia.
Tra le tante cose che sono state dette qui a Cervia, ce ne sono che ci portano a pensare a quello che sarà il futuro magari in maniera un po’ timorosa. Poi ne ho parlato con dei colleghi e mi è venuta in mente una frase famosa: “La paura ha bussato alla mia porta, sono andato ad aprire ma non c’era nessuno”. Quindi andiamo avanti con fiducia e continuando a fare le cose per bene.

Al fianco di Doc?
Eh beh, sempre. Doc arriva tutti i giorni, anche due volte al giorno. Montare i ricambi originali è una scelta: il servizio è buonissimo e oltre al fatto che si lavora con le concessionarie, Doc ha tanti partner molto validi dai quali mi servo regolarmente.

  • Ricambi contraffatti distrutti a Trieste
    17 aprile 2019 - Nei giorni scorsi, presso il Punto Franco del Porto di Trieste, sono stati distrutti 2.488 pezzi di ricambio Hyundai e Kia dichiarati in modo illegittimo per l'importazione da un rivenditore generico di autoricambi, non accompagnate dalla prevista autorizzazione e destinate alla Slovenia. La merce, sottoposta a controllo da parte dei funzionari del servizio...

  • Riforma CdS, c'è chi dice sì
    15 aprile 2019 - Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo...

  • Gomme: dal 15 aprile addio alle invernali
    12 aprile 219 - Dal 15 aprile nella maggior parte delle strade italiane cessa l'obbligo di circolare con pneumatici invernali o in alternativa di viaggiare con catene a bordo. Per chi lo scorso autunno ha montato coperture studiate per affrontare al meglio la brutta stagione, la neve e il ghiaccio, quelle con il marchio M+S (con o senza pittogramma alpino), arriva...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK