Gianluca Pensato: "Bavarian Motorsport
è tecnologia top e precisione umana"

Gli ho promesso di 'rubargli' non più di venti minuti. Diventeranno quaranta senza sforzo e ci sarà pure una successiva telefonata perché ha trascurato di riferirmi "un dettaglio importante". Attento e preciso, Gianluca Pensato rispecchia in toto la sua 'Bavarian Motorsport', centro internazionale di revisioni auto e moto, e molto altro, che ha sede in Via Monte Baldo 31, frazione Cascina Amata, a Cantù (CO).

Se le chiedessi una presentazione in pillole?
Sono 640 metri quadrati d’amore, in affitto. Io ho 32 anni ed è la mia prima attività, dopo dodici anni come responsabile tecnico/capofficina in una concessionaria e più di 25mila revisioni sulle spalle. Ho aperto quest’anno insieme a Renata, la mia fidanzata e futura moglie, che parla tre lingue e ha un'esperienza di otto anni come responsabile di concessionaria.
Sono quattro mesi che lavoro, ma ci ho messo un anno e mezzo a 'costruire' l'officina come volevo: avendo la passione delle auto, essendo all’epoca segretario di un club di tuning e molto vicino ai club tedeschi e austriaci, ho visitato diverse officine in Europa e cercato di riprodurre nella mia quello che i colleghi tedeschi fanno con il cliente.

Ovvero?
Per esempio, l'area riservata ai clienti dove stare separata da quella operativa, ma il cliente può comunque seguire i lavori, nel mio caso da una sala di attesa al piano rialzato.

In particolare le revisioni?
La prima attività su cui punto è proprio quella di revisione. Il nostro è uno dei 15 centri in Europa a disporre dell’ultimo grido della tecnologia, il top di gamma delle attrezzature Vamag: niente rulli, ma una linea revisioni che permette di fare la prova freni in 40 secondi senza ostruzioni rispetto al telaio. Non colleghiamo nulla se non la presa obd, e da lì leggiamo i dati della macchina. Tutto wireless.

Officina 4.0?
Anche nella scelta energetica: con pannelli solari da 100 chilowatt abbiamo una certificazione energetica altissima.
Siamo partner Würth: alla Bavarian trovi tutto il chimico e la nanotecnologia Würth.
Io nasco come elettrauto, sono specializzato in codifiche e programmazioni delle centraline di tutti i marchi tedeschi. E mi occupo di installazione di post montaggi originali (retrofit): navigatori, sensori di parcheggio, sistemi bluetooth, retrocamere, dash cam... tutto quello che ha a che fare con accessori non di serie sulla vettura.
Siamo specialisti nello smontaggio e montaggio degli ammortizzatori, utilizziamo attrezzatura Govoni che è top di gamma.
Anche il centro pneumatici vanta attrezzatura John Bean di alta gamma, macchinari per i pneumatici collegati in rete.
Le tecnologie più moderne quali radar, sonar e laser sono alla base del nostro lavoro.

Tutta questa tecnologia come si riflette sul cliente?
Il cliente ha la certezza che la vettura che esce dall’officina non torna per un problema di variazione. Ai controlli fatti dai macchinari, che praticamente azzerano l’errore umano, si aggiungono la cura e la precisione dell’uomo. E l'attenzione verso la persona. Per dire: 'tiriamo' tutte le ruote con la chiave dinamometrica, non con le pistole a mano che se resti a piedi non riesci a svitare la gomma!

Che cosa entra in Via Monte Baldo?
In questo momento in officina ci sono una Bmw M5, una Serie 3 coupè, una X3M, una Classe B Mercedes ma anche una Peugeot 308 CC e una Renault Clio.
Hai voglia a essere megalomane, ma la revisione costa 66 euro e 88 centesimi sia per la Ferrari che per la Panda. Noi offriamo lo stesso servizio, con le stesse attrezzature, indipendentemente dal valore dell’auto.
Siamo aperti da quattro mesi e siamo a un 50 per cento di revisioni e l’altro 50 è meccanica, gomme, elettrauto. Il 70 per cento sono macchine tedesche, di fascia medio alta.

I clienti da dove arrivano?
Lavoriamo con Facebook, con Subito... Ci sono i club che vengono apposta per la linea revisioni, e clienti che arrivano da Milano, anche da Lugano, ne abbiamo tanti dalla Svizzera.
Cerchiamo il cliente che è in Italia ma non è italiano. Dal punto di vista tecnico non abbiamo problemi a parlare tedesco!

Con le società di noleggio lavorate?
No per scelta. Ho avuto esperienze in passato, ma non mi va che impongano le tariffe di manodopera, la scontisica sui ricambi... A casa mia faccio quello che voglio e preferisco lavorare con il privato (e con i meccanici della zona che si appoggiano a noi per le revisioni: in venti minuti la vettura entra ed esce, un servizio al massimo della velocità e con il top della tecnologia).

A proposito di ricambi...
Bisognerebbe spingere sull’utilizzo del ricambio originale (che a volte costa tanto quanto un ricambio equivalente). Se devo sostituire una frizione, lo sappiamo tutti che non la fanno le Case madri, ma per far sì che la macchina resti in garanzia e per non creare problemi al cliente, devo utilizzare la frizione con il marchio di Casa madre.
Se la macchina è in garanzia montiamo originale e, potendo, anche se non è più in garanzia. Dopo i primi 4-5 anni, però, anche i clienti che guidano auto importanti vanno sul risparmio. Alla fine, un 50 per cento è originale e l'altro 50 di concorrenza.

Quando è originale è Doc?
Certo. Abbiamo lavorato otto-dieci anni insieme quando ero in concessionaria, e dal primo giorno di Bavarian siamo diventati subito partner.
Apprezzo la consegna - di tutti i ricambi di tutti i marchi ufficiali - dallo stesso gruppo, cioè Doc. Con Moreno (Nespoli, promoter di riferimento, NdA) mi trovo bene, come prima con Antonio Torchia. Della Doc posso solo parlare bene. È fatto bene anche il sistema dei resi del portale AsConAuto.

Integra? Lo utilizza solo per i resi?
Preferisco ordinare i ricambi per telefono, io sono molto pratico e preciso: quando chiamo non parlo genericamente di un parafango ma fornisco subito il codice e ottengo subito le informazioni che mi servono: se c'è, quando arriva, qual è lo sconto... Non ho mai avuto nessuna difficoltà con i magazzinieri.
Puoi fare tutti i portali che vuoi, ma una telefonata allunga la vita. "Come stai, come va?", cerchi di ricreare nell’ambiente della meccanica il rapporto che c’era negli anni 90, il rapporto tra cliente e professionista che oggi nelle grandi realtà è venuto a mancare.

E che vuole garantire in Bavarian Motorsport... Si inventi uno slogan.
Perché venire in Bavarian? Per la precisione dell’uomo affiancata al massimo delle tecnologie moderne e alla conoscenza del settore.
Bavarian Motorsport è passione, professionalità e qualità. È un mix di tecnologia moderna e precisione umana.

  • Bimbi dimenticati in auto? Ti avvisa Tata
    15 ottobre 2018 - Non un vero e proprio seggiolino 'anti-abbandono' - per il quale si sta aspettando l'emanazione del decreto attuativo e della relativa normativa tecnica - ma un cuscino che si annuncia altrettanto efficace. Si chiama Tata ed è un dispositivo hi-tech realizzato dalla startup italiana Filo e presentato alla Maker Faire, la fiera degli artigiani...

  • Commerciali: a settembre crollano vendite
    12 ottobre 2018 - A seguito dei rallentamenti registrati nel mercato dei veicoli commerciali (autocarri con ptt fino a 3,5t) nel corso dell'anno 2018, anche a settembre il mercato dei veicoli da lavoro ha subito un vero e proprio crollo. Secondo le stime elaborate e diffuse dal Centro studi e statistiche Unrae, l'Associazione delle case automobilistiche estere...

  • Più revisioni nel primo semestre
    10 ottobre 2018 - Il numero degli autoveicoli revisionati nel primo semestre del 2018 è stato superiore a quello degli autoveicoli revisionati nello stesso periodo del 2017 (+0,4 per cento). Complessivamente gli italiani hanno speso 1,46 miliardi di euro, duecento milioni più di quanto speso nel primo semestre dell'anno scorso. Nel computo sono compresi i 502,9 milioni...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK