Bassini Gianmaria Carrozzeria
è anche Car Detailing Centre

"Incredibile che un sistema come quello strutturato da Doc non sia venuto in mente prima ai ricambisti". Si stupisce Marco Bassini, titolare insieme alla sorella Agnese di 'Bassini Gianmaria Carrozzeria' di Lissone (Mb), anche perché "oggi io non riuscirei più a ragionare senza Doc". Già, impensabile per un autoriparatore che una la pensa e l'altra la fa. Siamo andati a trovarlo in Via Giovanni Segantini...

Qui da subito?
Dal 1988, vent'anni dopo che il nonno Giuseppe ha avviato l'attività. Nostro padre Gianmaria l'ha portata avanti, mentre io sono entrato in pianta stabile nel 2013. Prima ho fatto economia all’università, lasciandola quando mi mancavano cinque esami perché non era la mia strada; sono stato un venditore di auto per diversi anni, cinque in Renault, cinque in Volkswagen - Audi.
Da piccolo i compiti li facevo vicino al forno. Crescendo, lavoravo la mattina in carrozzeria e il pomeriggio in concessionaria, con la prospettiva un domani di entrare nell'azienda di famiglia, ma solo dopo aver fatto esperienza. Mio papà era un artigiano bravissimo e io non so fare quello che sapeva fare lui, però la mia titolare in Renault mi ha formato dal punto di vista commerciale. Ho imparato a delegare: quello che non sapevo fare lo facevo fare ad altri.
Oggi siamo soci io e mia sorella, che è laureata in lingue e come me ha avuto una carriera fuori di qui, e abbiamo sei dipendenti.
La struttura è di 600 metri quadrati coperti oltre all'area esterna, all'epoca del trasferimento era spaziosa, ora di spazio ne servirebbe di più. Dobbiamo fare una ristrutturazione, andrà probabilmente ad agosto.

Quanto lavorate?
Siamo sui 20-25 passaggi settimanali, multimarca. Dall’utilitaria al veicolo commerciale, che rappresenta un 10 per cento dell'attività. Siamo anche autorizzati Opel, ci hanno scelto loro da qualche anno. Non abbiamo un grande ritorno ma il marchio è una bandiera di qualità, e poi c'è la soddisfazione di essere stati cercati.

Quello che fanno i vostri clienti?
Se una persona 'chiede' su Facebook dove andare in carrozzeria a Lissone, 18 risposte indicheranno Bassini.
Ho dei collaboratori validissimi, e ho la presunzione di dire che siamo una delle poche, vere carrozzerie della zona. Fa tanto la storicità di mio papà, persona bravissima nel suo modo di lavorare e molto onesta. Siamo partiti... comodi. Ho ereditato un pacchetto clienti di grande valore, potrei lavorare solo con quelli. Invece l'abbiamo aumentato perché ci siamo impegnati. Io sono molto attento nella scelta dei dipendenti: preparati, formati, attrezzati. Voglio il meglio per la carrozzeria, dalle attrezzature al personale.

Mi faccia un esempio.
Ci sono quelli che banco dima (nel nostro caso doppio) e mini tiro è la stessa cosa: non è vero. Anche a livello verniciante, noi usiamo principalmente PPG e poi anche R-M del Gruppo BASF, due marchi top del settore. Al loro interno c'è il prodotto basico e c'è il prodotto top di gamma. Noi utilizziamo solo, anche per la Panda, il prodotto top. È più facile lavorare con prodotti di qualità e non si creano malintesi.

Leggo che ha anche un'attività di car detailing...
Ho aperto una sede a Biassono, 200 metri quadrati con una cabina per i trattamenti nanotecnologici per la protezione della vernice. Il risultato è che hai una macchina pulita e protetta per cinque anni, quasi antiproiettile. Quali macchine? L’altro giorno ho trattato una Ford Fiesta con un allestimento particolare, sportivo, ma in genere sono McLaren, Bentley, Rolls Royce...
In tutta Italia esistono solo due centri car detailing certificati Gyeon, e uno di questi è il nostro. Una certificazione che ci permette di tenere corsi per appassionati e operatori del settore. Abbiamo anche la certificazione Rupes.

Convenzioni assicurative ne ha?
Ne ho. Sono Auto Presto & Bene (Unipol), Cattolica, Zurigo, Vittoria, Assimoco... Una canalizzazione molto importante. Le dico solo che Auto Presto & Bene garantisce un quarto del mio fatturato. Tutto sta a seguire il meccanismo e a non cedere alle loro proposte.

Lavora anche con le flotte?
Solo con Leasys, per ora. Mi sono proposto io quattro anni fa, e la scorsa settimana è iniziata la trattativa per diventare Leasys Point.
Arval e ALD Automotive sono molto selettive, vogliono il centro servizi, tutto e tutto insieme, mentre con LeasePlan si può provare.

Qual è la politica Bassini in tema di ricambi?
Solo originale. Magari compro un parafango non originale se il cliente è in difficoltà e ha torto, ma sul totale acquisti il 95 per cento è in ricambi originali.
È una questione di precisione, di facilità nel montaggio, di qualità del risultato finale... Sei sicuro di non avere problemi di ritorno di un lavoro fatto male, magari una verniciatura che può non rendere su un particolare non originale. E poi, se hai bisogno di una concessionaria per una diagnosi o per spegnere una spia, se hai montato ricambi originali non hai problemi a relazionarti con loro.

Si ricorda perché è diventato cliente Doc?
Da subito per la consegna, una cosa comodissima. Incredibile che non ci abbiano pensato prima i ricambisti. Così semplice e così indispensabile. Io non riuscirei più a ragionare senza Doc. Ho due consegne al giorno e tutte e due produttive, i ragazzi bravi e precisi, fin troppo. Se non ci fosse Doc dovrei avere una persona con un furgone, perché la concessionaria non riuscirebbe a seguirti.
Doc ha cambiato la vita del riparatore.
È poi c'è Daniele (Ravasi, promoter di riferimento, NdA): non è una persona squisita, di più. Abbiamo tutti e due il numero privato uno dell’altro. Intelligenza sottile, senso dell’umorismo, educazione. E professionalità, ma quella la do per scontata.

Come ordina i ricambi?
Al telefono perché ho bisogno del contatto. È un mio handicap, lo so. Faccio 200 telefonate al giorno, passo sei ore al telefono.

Si faccia pubblicità: in 'Bassini' perché?
Beh, il nostro slogan è “In cars we trust”. Siamo professionali e onesti, quello che mi ha lasciato mio papà. Sembra banale ma è fondamentale. 

  • Ricambi contraffatti distrutti a Trieste
    17 aprile 2019 - Nei giorni scorsi, presso il Punto Franco del Porto di Trieste, sono stati distrutti 2.488 pezzi di ricambio Hyundai e Kia dichiarati in modo illegittimo per l'importazione da un rivenditore generico di autoricambi, non accompagnate dalla prevista autorizzazione e destinate alla Slovenia. La merce, sottoposta a controllo da parte dei funzionari del servizio...

  • Riforma CdS, c'è chi dice sì
    15 aprile 2019 - Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo...

  • Gomme: dal 15 aprile addio alle invernali
    12 aprile 219 - Dal 15 aprile nella maggior parte delle strade italiane cessa l'obbligo di circolare con pneumatici invernali o in alternativa di viaggiare con catene a bordo. Per chi lo scorso autunno ha montato coperture studiate per affrontare al meglio la brutta stagione, la neve e il ghiaccio, quelle con il marchio M+S (con o senza pittogramma alpino), arriva...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK